Regione Veneto

La cosiddetta Mini-IMU


Il comma 5 dell'articolo 1 del Decreto legislativo 30/11/2013 n. 133 stabilisce quanto segue:

5. L'eventuale differenza tra l'ammontare  dell'imposta  municipale propria risultante dall'applicazione dell'aliquota e della detrazione per ciascuna tipologia di immobile di cui al  comma  1  deliberate  o confermate dal  comune  per  l'anno  2013  e,  se  inferiore,  quello risultante dall'applicazione dell'aliquota e della detrazione di base previste dalle norme statali per ciascuna tipologia  di  immobile  di cui al medesimo comma 1 e' versata dal contribuente, in  misura  pari al 40 per cento, entro il 16 gennaio 2014.

Il termine per il pagamento è stato prorogato al 24 gennaio 2014 dalla Legge 27/12/2013 n.147 (Legge di stabilità 2014).

Le tipologie di immobili citate in riferimento al comma 1 del Dlgs 30/11/2013 n. 133 sono quelle per le quali è stata abolita l'IMU nel 2013 e sono descritte per esteso nella sezione del sito a loro dedicata (clicca qui).

Il Comune di Sant'Elena rientra nell'applicazione del succitato comma 5 solo per le abitazioni  principali (cat. A) e  relative  pertinenze (cat. C/2, C/6, C/7),  esclusi   i fabbricati classificati nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9.

L'aliquota deliberata per tali categorie infatti è del 5 per mille e quindi maggiore di quella stabilita dalle norme statali (4 per mille).

ATTENZIONE: la Mini-IMU, così come la IMU, va pagata in autoliquidazione cioè il contribuente è tenuto a calcolare e pagare il tributo entro le scadenze fissate. Il Comune quindi non invierà alcun modulo o bollettino pre-compilato.

Per quanto riguarda la modalità di calcolo della Mini-IMU si fa riferimento alle indicazioni del Governo pubblicate sul sito istituzionale http://governo.it/Notizie/Ministeri/dettaglio.asp?d=74091 da cui sono ricavate le seguenti indicazioni:

Modalità di calcolo e versamento
Ai fini del versamento entro il 16 gennaio 2014 24 gennaio 2014 della parte residuale dell’IMU, il contribuente deve calcolare l’imposta totale per il 2013 sulla base dell’aliquota e della detrazione fissate dai Comuni (e pubblicate sul loro sito entro il 9 dicembre 2013), quindi sottrarre l’imposta annuale calcolata applicando l‘aliquota di base e la detrazione di base.
Di questo importo differenziale il contribuente deve versare il 40% utilizzando il modello F24 o il bollettino di conto corrente postale IMU.

ATTENZIONE: L'importo minimo sotto il quale l'imposta non è dovuta è pari a € 12,00 (si vedano anche le risposte alle domande frequenti). Tale importo deve intendersi riferito all’imposta complessivamente dovuta con riferimento a tutti gli immobili situati nello stesso comune.

CALCOLO dell'IMU  (ATTENZIONE: il modello F24 non viene compilato in automatico. Si consiglia di stampare il riepilogo proposto al termine del calcolo e di riportare i dati sul modello F24.)


 SCARICA LE RISPOSTE ALLE DOMANDE PIU' FREQUENTI
torna all'inizio del contenuto