Regione Veneto

ORDINANZA DEL SINDACO N° 05/2018 prot. 4691 in data 6 agosto 2018

Pubblicata il 07/08/2018
Dal 07/08/2018 al 31/12/2018

R.P. n° 481
Prot. 4691
Sant’Elena lì 06/08/2018
R.O. N. 05/2018
IL SINDACO
• Visto l’articolo 36 del regolamento comunale di Polizia Mortuaria approvato con DCC n. 13 del 13/03/2008 e modificato con Delibera di Consiglio n° 17 del 30 aprile 2016, che disciplina le estumulazioni ordinarie
• Premesso che si rende necessario procedere alle operazioni di estumulazione ordinaria delle salme tumulate nel cimitero di Sant’Elena Capoluogo nel blocco di loculi “D” e “D3”;
• Considerato che dette operazioni sono necessarie per rendere disponibili nuove sepolture consentendo, secondo il criterio della rotazione, un corretto riutilizzo delle disponibilità del patrimonio cimiteriale esistente;
• Visto l’articolo 36 comma 4 del regolamento comunale di Polizia Mortuaria approvato con DCC n. 13 del 13/03/2008 e modificato con Delibera di Consiglio n° 17 del 30 aprile 2016; che attribuisce al Sindaco la competenza di regolazione delle operazioni di estumulazione ordinaria conformemente a quanto già previsto dagli articoli 82 e seguenti del Regolamento di Polizia Mortuaria, approvato con D.P.R. n. 285 del 10 settembre 1990;
• Rilevato che si rende necessario – per motivi di igiene e sicurezza, interdire l’accesso al pubblico durante le operazioni di estumulazione nella parte di cimitero interessata;
• Richiamati l’articolo 50 comma 3 e l’art. 54 commi 1 e 2 del D. Lgs. n. 267 del 18 agosto 2000;
• Richiamate le circolari del Ministero della Sanità n. 24 del 24 giugno 1993 e n. 10 del 31 luglio 1998;
• Vista la risoluzione del Ministero della salute n. 400 VIII/9Q/3886 del 30.10.2003;
• Visto l’elenco delle salme da estumulare in scadenza nell’anno 2016 predisposto dal Responsabile di Polizia Mortuaria
ORDINA
ai sensi dell’art. 36 del R.P.M.
• Che entro il 31/12/2018 si provveda alle operazioni di estumulazione ordinaria delle salme tumulate nel cimitero di Sant’Elena Capoluogo nei blocchi di loculi D, e D3 di cui all’elenco allegato, le cui concessioni risultano scadute o in scadenza;
• Di comunicare ai concessionari originari ovvero ai congiunti aventi diritto le opportune informazioni delle operazioni da effettuarsi per rilevare il potenziale interesse a disporre una nuova o diversa destinazione dei resti mortali.
• Che in mancanza di una espressione di volontà da parte dei congiunti aventi diritto anche a causa di irreperibilità degli stessi:
- i resti mortali in stato di completa mineralizzazione siano depositati nell’ossario comune ai sensi del comma 8 dell’art. 36 del regolamento comunale di Polizia Mortuaria,
- i resti mortali indecomposti siano inumati in campo comune previa apertura della cassa di zinco. Il periodo di inumazione dovrà essere fissato nel rispetto della Circolare del Ministero della Sanità n. 10 del 31 luglio 1998. (cinque anni nel caso non si ricorra a sostanze biodegradanti; due anni nel caso si faccia ricorso all'impiego di dette sostanze biodegradanti.)
• Che le operazioni di estumulazione:
- siano condotte, nel rispetto della normativa vigente, sotto la direzione e coordinamento dell’Ufficio Tecnico, previa adozione di tutte le necessarie misure, atte alla salvaguardia della salute e della incolumità pubblica e privata;
- siano eseguite, per motivi di organizzazione e razionalizzazione dei costi, secondo una opportuna programmazione giornaliera, fino a conclusione di tutte le operazioni;
- abbiano ordine secondo il calendario predisposto dall’ Ufficio Tecnico Comunale con data e orario concordato con i famigliari affinché prendano atto tempestivamente delle procedure previste e possano presenziare, se lo desiderano, all’estumulazione del proprio congiunto;
- siano svolte adottando ogni cautela necessaria ad evitare situazioni di disagio agli eventuali parenti presenti e ai visitatori del cimitero;
- siano condotte in sicurezza, prevedendo che gli spazi interessati alle estumulazioni siano opportunamente delimitati e protetti per impedire l’accesso ad estranei e per garantire la riservatezza delle operazioni stesse,
INFORMA CHE
1. ai concessionari o ai congiunti saranno effettuate le opportune comunicazioni sui contenuti della presente ordinanza.
2. i concessionari originari ovvero i congiunti aventi diritto che desiderano disporre diversamente dei resti mortali rinvenuti, dovranno ENTRO 30 (trenta) GIORNI DAL RICEVIMENTO DELLA COMUNICAZIONE, presentare apposita richiesta all’Ufficio Tecnico del Comune di Sant’Elena:
a) per il trasferimento del feretro con inumazione dello stesso su tomba/cripta/cappellina privata
b) la raccolta dei resti mortali in caso di completa mineralizzazione su cassetta da posizionare su ossario da acquisire in concessione e/o su loculo in disponibilità dei richiedenti
c) la cremazione dei resti mineralizzati con contestuale della destinazione finale dell’urna contenente le ceneri.
d) mantenimento della concessione del loculo previo rinnovo di canone concessione.
3. Le estumulazioni saranno eseguite nei giorni stabiliti anche in assenza di parenti o congiunti;
4. tutte le spese per le operazioni cimiteriali su richiesta saranno a carico dei richiedenti secondo le tariffe in vigore in caso di affidamento delle stesse al Comune di Sant’Elena,
5. L’Ufficio Tecnico in Via XXVIII Aprile 1 è a disposizione, nel seguenti orario di apertura al pubblico:
Lunedì dalle ore 10,30 alle ore 12,30
Martedì dalle ore dalle ore 8,30 alle ore 12,30
Giovedì dalle ore dalle ore 10,30 alle ore 12,30 dalle ore 16,00 alle ore 18,00,
Sabato dalle ore 9,00 alle ore 13,00
per tutte le informazioni al riguardo (tel 0429/98695 int. 2)
INVITA
i cittadini interessati alle suddette operazioni di estumulazione ordinaria a recarsi presso l’Ufficio Tecnico in Via XXVIII Aprile 1 per dare corso a tutte le pratiche necessarie, La presente regolamentazione viene pubblicata all’albo on-line e sul sito web del Comune, nonché affissa agli ingressi dei cimiteri comunali e trasmessa per conoscenza all’Azienda AULSS 6 di Este. Specifico avviso sia affisso su ciascun loculo interessato dalle operazioni.

IL SINDACO
Emanuele BARBETTA

Allegati

Nome Dimensione
Allegato ordinanza 05_2018.pdf 1.1 MB

Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto