ORDINANZA DEL SINDACO n° 02/2019 - PROVVEDIMENTI E MISURE DI PREVENZIONE E CONTROLLO DELLA INFESTAZIONE DA ZANZARA NEL TERRITORIO COMUNALE

Pubblicata il 21/02/2019
Dal 21/02/2019 al 05/12/2019

R.P. n° 86
Prot. 974
R.O. N. 02/2019
Sant’Elena lì 20 febbraio 2019

Premesso che è consistente la diffusione della zanzara tigre, Aedes albopictus, anche nel nostro territorio comunale, favorita dalle attuali mutate condizioni meteo climatiche verificatesi in Italia nell'ultimo periodo, con aumento della temperatura e dell'umidità;
Preso atto che, secondo quanto risulta dalla "Relazione sulle malattie trasmesse da vettori, anno 2015 e Piano di sorveglianza entomologica e misure di lotta ai vettori anno 2016" della Direzione Attuazione Programmazione Sanitaria - Settore Promozione e Sviluppo Igiene e Sanità Pubblica della Regione Veneto, in Italia, a partire dal 2007 e nel Veneto dal 2008, si è assistito all'aumento delle segnalazioni di casi sia importati che autoctoni di alcune arbovirosi tra le quali Dengue e Febbre Chikungunya, delle quali la zanzara tigre costituisce il vettore degli agenti eziologici virali, nonché di Malattia da virus West-Nile, del cui agente eziologico è vettore la zanzara comune (Culex pipiens);
Considerato il notevole disagio prodotto dall'aggressività della zanzara tigre all'aperto ed in ore diurne nei confronti dell'uomo e degli animali;
Rilevato che la zanzara tigre depone le uova in una molteplicità di contenitori di piccole dimensioni;
Richiamata la Circolare 18 maggio 2018 "Piano Nazionale di sorveglianza e risposta alle arbovirosi trasmesse da zanzare invasive (Aedes sp.) con l'obiettivo principale di ridurre il rischio di trasmissione autoctona di virus Chikungunya, Dengue e Zika - 2018” sul territorio nazionale, tramite la sorveglianza epidemiologica dei casi umani, la sorveglianza entomologica e il controllo degli insetti vettori, la comunicazione del rischio e la formazione, e la prevenzione della trasmissione tramite le trasfusioni di sangue ed emocomponenti, cellule e tessuti e la donazione di organi;
Dato atto che l'Amministrazione comunale affida annualmente il servizio di disinfestazione antilarvale ed adulticida delle zanzare nelle aree pubbliche, per il periodo di interesse per lo sviluppo di tale insetto, ma è indispensabile che la disinfestazione sia attuata anche nelle aree private e che, nelle stesse, siano posti in essere i dovuti accorgimenti per evitare la proliferazione di detti insetti;
Verificata la necessità di rinnovare alla popolazione le istruzioni sulle modalità atte a prevenire o limitare la proliferazione delle zanzare;
Richiamate le comunicazioni dell'ULSS 6 Euganea - Dipartimento di prevenzione igiene e sanità pubblica - ad oggetto: “Comunicazione positività pool di zanzare C. pipiens per West Nile, Piano regionale di sorveglianza integrata e misure di lotta ai vettori. Anno 2018” con le quali si raccomanda ai Comuni: - il mantenimento di un elevato livello di attenzione ed il rafforzamento delle misure di lotta alle zanzare, finalizzate alla riduzione della loro densità.
In particolare si raccomanda l'attuazione routinaria delle attività antilarvali previste dal rispettivo piano di disinfestazione e l'utilizzo del trattamento adulticida nelle aree maggiormente sensibili (centri estivi, parchi pubblici, cimiteri) e in occasione di manifestazioni pubbliche (sagre, fiere, cineforum, ecc.); - di sensibilizzare la popolazione sulle misure di prevenzione delle punture di insetto e al corretto utilizzo dei prodotti repellenti con le modalità che saranno ritenute più opportune (sito del comune, manifesti, ecc.);
Richiamate le ordinanze sindacali n° 03/2016 Prot. n° 1708 del 22/03/2016 avente ad oggetto: “Ordinanza per la prevenzione e diffusione virus Zika , n° 04/2016 Prot. 3602 del 13/06/2016 avente ad oggetto: “ Misure e lotta alle zanzare al fine di prevenire ogni possibile conseguenza sulla salute pubblica derivante dall’infestazione”; n° 08/2018 prot. 5404 del 19/09/2018 “provvedimenti e misure di prevenzione e controllo della infestazione da zanzare nel territorio comunale”.
Richiamati:
- la Circolare del Ministero della Salute 18 maggio 2018 di cui sopra;
- il Piano nazionale integrato di sorveglianza e risposta ai virus West Nile e Usutu - anno 2018
- il Piano regionale di sorveglianza integrata e misure di lotta ai vettori - anno 2018
- le Linee operative per la sorveglianza delle arbovirosi in Regione Veneto, anno 2018
- l'art. 50 del Decreto Legislativo 267/2000 e successive modifiche;

 
ORDINA

dall’entrata in vigore della presente ordinanza fino al 30 novembre 2019, a tutta la cittadinanza, di:
• non abbandonare oggetti o contenitori di qualsiasi natura e dimensioni dove possa raccogliersi l'acqua piovana (barattoli, copertoni, rifiuti, materiale vario sparso ...);
• svuotare giornalmente qualsiasi contenitore di uso comune con presenza di acqua e, ove possibile, lavarli o capovolgerli (bacinelle, bidoni, secchi, annaffiatoi);
• coprire ermeticamente i contenitori d'acqua inamovibili (bidoni, cisterne);
• di evitare ogni ristagno d'acqua, eliminando tutti i possibili contenitori di acqua all'aperto ed usando i prodotti contro le larve per i ristagni non eliminabili (tombini, caditoie e grigliati per la raccolta di acque piovane).
I prodotti, facilmente reperibili nei supermercati, nei negozi specializzati, nelle farmacie, sono da usare periodicamente, secondo le indicazioni riportate nelle etichette;
• nei luoghi aperti, dal crepuscolo in poi, indossare indumenti di colore chiaro che coprano la maggior parte del corpo e utilizzare repellenti cutanei per uso topico attenendosi scrupolosamente alle norme indicate sui foglietti illustrativi dei prodotti repellenti, con particolare attenzione al loro impiego sui bambini e donne in gravidanza e in allattamento;
• alloggiare in stanze dotate di impianto di condizionamento d'aria o, in mancanza di questo, di zanzariere alle finestre ed alle porte d'ingresso avendo cura di controllare che queste siano integre e ben chiuse; nel solo caso di presenza di zanzare in ambienti interni, utilizzare spray a base di piretro o altri insetticidi per uso domestico, oppure utilizzare diffusori di insetticida elettrici, areando bene i locali prima di soggiornarvi;
per i viaggiatori diretti in aree o paesi endemici per virus Chikungunya, Dengue e Zika si raccomanda di informarsi sulla circolazione delle epidemie in corso.
Può, inoltre, essere utile consultare il sito Viaggiare Sicuri del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.
A tutti i condomini e ai proprietari/gestori di edifici, di:
• provvedere al taglio periodico dell'erba ed al contenimento della vegetazione nelle aree verdi per evitare che possano occultare micro focolai;
• evitare l'accumulo di rifiuti di ogni genere in quanto possono dare luogo alla formazione di focolai larvali, evitare il ristagno delle acque meteoriche o di qualsiasi altra provenienza e tenere sgombri i cortili e le aree esterne da erbacce, sterpi che ne possano celare la presenza;
Ai proprietari o detentori, ovvero a coloro che hanno la responsabilità o l’effettiva disponibilità di scarpate ferroviarie, scarpate e cigli stradali, corsi d’acqua, aree incolte e aree dismesse, di:
• mantenere le aree libere da sterpaglie, rifiuti o altri materiali che possano celare il formarsi di raccolta d'acqua;
Ai Consorzi e alle Aziende agricole e zootecniche e a chiunque detenga animali per l’allevamento, di:
• curare il perfetto stato di efficienza di tutti gli impianti idrici allo scopo di evitare raccolte, anche temporanee, di acqua stagnante;
• eseguire disinfestazioni periodiche di focolai larvali;
Ai responsabili di cantieri di:
• eliminare le raccolte idriche temporanee e tutti i ristagni d'acqua occasionali;
• mantenere libere le aree da rifiuti o da altri materiali che possano favorire il formarsi di raccolte di acqua stagnante;
• procedere alla disinfestazione larvicida periodica delle aree interessate dall'attività di cantiere, qualora siano presenti caditoie, pozzetti o accumuli di acqua di qualsiasi natura;
A coloro che detengono, anche temporaneamente, pneumatici o assimilabili, di:
• conservare i pneumatici in aree rigorosamente coperte o, in alternativa, disporli a piramide dopo averli svuotati da eventuale acqua, ricoprendoli con telo impermeabile fisso e teso, assicurandosi che non formi pieghe o cavità dove possa raccogliersi l'acqua piovana;
• eliminare o stoccare in luoghi chiusi i pneumatici fuori uso e non più utilizzabili, dopo averli svuotati da ogni contenuto di acqua;
• provvedere alla disinfestazione larvicida e/o adulticida, con cadenza quindicinale, dei pneumatici privi di copertura;
A coloro che conducono impianti di gestione rifiuti e attività quali rottamazione, depositi materiali vario genere, demolizione auto, vivai e ai conduttori di orti urbani, di:
• procedere ad una periodica disinfestazione larvicida, delle aree interessate da dette attività;
• coprire ermeticamente tutti i contenitori per la raccolta dell'acqua (bidoni, annaffiatoi, secchi, bacinelle, ecc.);
• avere cura nell'evitare la formazione di tutti i ristagni occasionali, comprese le pieghe di eventuali teloni di copertura, e provvedere alla loro eliminazione nel caso essi comunque abbiano a formarsi;
all’interno dei cimiteri di:
• trattare l'acqua dei vasi portafiori con prodotti larvicidi o riempirli - con sabbia;
• eliminare le raccolte d'acqua nei vasi vuoti e sottovasi;
• tutti i contenitori utilizzati saltuariamente (es. piccoli annaffiatoi e simili) dovranno essere sistemati in modo da evitare la formazione di raccolte d'acqua in caso di pioggia.

 
 AVVERTE

 - che la presente Ordinanza diverrà immediatamente esecutiva con la pubblicazione all'Albo Pretorio e ne sarà data ampia diffusione alla cittadinanza mediante il sito internet comunale e con affissione negli appositi spazi;
-  che la mancata osservanza alla presente Ordinanza è punita con la sanzione amministrativa pecuniaria da € 25,00 a € 500,00 ai sensi dell'art. 7 bis del D. Lgs. n. 267/2000;
DISPONE
che in presenza di casi sospetti od accertati di arbovirosi o di situazioni di intestazioni localizzate di particolare consistenza con associati rischi sanitari, in particolare nelle aree circostanti siti sensibili quali scuole o simili, il Comune effettui direttamente trattamenti adulticidi, larvicidi e di rimozione dei focolai larvali sia in aree pubbliche che private, provvedendo se del caso, con separate ed ulteriori ordinanze contingibili ed urgenti, ad ingiungere l'effettuazione di detti trattamenti nei confronti di destinatari specificatamente individuati o ad addebitarne loro i costi nel caso in cui l'attività debba esser svolta dal Comune in via sostitutiva,
 
INFORMA

Che avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso al Tribunale Regionale ai sensi del D. Lgs 2 luglio 2010, n. 104 entro il termine di 60 (sessanta) giorni dalla data di pubblicazione o ricorso straordinario al Presidente della Repubblica ai sensi del D.P.R. 24 novembre 1971, n. 1199 entro il termine di 120 (centoventi) giorni dalla data di pubblicazione.
 
DEMANDA

al Settore Polizia Municipale e all'Ussl n. 6 - Dipartimento di Prevenzione nonché ad ogni altro agente od ufficiale di Polizia Giudiziaria a ciò abilitato dalle disposizioni vigenti, la vigilanza sull'osservanza delle disposizioni della presente ordinanza, l'accertamento e l'erogazione delle sanzioni secondo quanto di propria competenza.
Copia della presente ordinanza venga pubblicata all'Albo Pretorio on-line.
Copia della presente ordinanza sia trasmessa a:
- Stazione dei Carabinieri di Solesino
- Azienda UlSS n. 6, Dipartimento di Prevenzione Igiene sanità Pubblica. Ai sensi della L. 241/1990:

Ufficio di riferimento - Ufficio tecnico Comunale; Responsabile del procedimento – geom. Paolo Fogo
Orario di ricevimento:
Lunedì 10:30 – 12:30
Martedì 08:30 -10.30
Giovedì 10:30 – 12:30 - 16.00 - 18.00
Sabato 09:00 - 12:30
Contatti: tel. 0429/98695 int. 2;
e-mail: paolo.fogo@comune.santelena.pd.it
                                                                                                                                IL SINDACO
                                                                                                                  f.to Emanuele Barbetta

Allegati

Nome Dimensione
Allegato pieghevole.pdf 1.95 MB
Allegato informativa_sulle_malattie_trasmesse_dalla_puntura_della_zanzara_tigre.pdf 180.91 KB
Allegato locandina_con_consigli_su_come_difendersi_dalla_zanzara_tigre.pdf 604.73 KB
Allegato prevenzione_zanzara_tigre.pdf 1.19 MB
Allegato ORDINANZA ZANZARE 2019.pdf 132.87 KB

Categorie AMBIENTE

Facebook Google+ Twitter
torna all'inizio del contenuto